Al fine di definire la differenza tra i due, è necessario prima conoscere la differenza tra genoma e genotipo. Solo in seguito è possibile comprendere la differenza tra genotipo e fenotipo.


dna-163466_640

Genoma

Il genoma è una collezione di DNA e non è altro che una lista di tutti i geni all’interno del corpo di un organismo. Dal funzionamento dei reni al colore degli occhi e alla forma del naso.


Genotipo

Il genotipo è definito come “la serie di geni di un animale”. Sarebbe esattamente la stessa cosa del genoma, ma la differenza risiede nel fatto che il genotipo si riferisce a tutto quel materiale genetico di un animale concentrato in una parte del corpo. Ciò potrebbe comprendere, ad esempio, il colore della pelle e degli occhi, la costruzione dello scheletro di un animale o una funzione di uno specifico organo. Il genotipo è utilizzato per indicare la differenza tra ciò che è determinato dai geni e ciò che vediamo dall’esterno.


Fenotipo

Il fenotipo comprende sia il genotipo sia i fattori ambientali. Nonostante un genotipo determini le proprietà degli organi o l’aspetto di un animale, esso può cambiare sensibilmente in base a fattori ambientali. Il miglior esempio è costituito dalla ricerca su un gruppo di conigli. Una metà viveva in un bellissimo terreno verde, l’altra metà viveva in un terreno brullo con poca erba edibile, ma pieno di altre risorse alimentari. Entrambi i gruppi vivevano bene e si riproducevano. Ma dopo una serie di generazioni, cambiarono sensibilmente per quanto riguarda l’aspetto fisico. I conigli del terreno verde assunsero un colore brillante e un pelo morbido. Il loro intestino si adattò all’erba fresca. I conigli del terreno brullo diventarono più scuri e il loro pelo si fece più ispido. Mangiavano meno erba fresca ma molta erba secca o fieno. Tuttavia le loro caratteristiche genetiche rimasero le stesse e vengono trasmesse in egual modo alla loro prole.


Utilizzo nell’allevamento

Il genotipo e il fenotipo negli animali sono utilizzati principalmente per i colori all’interno di una specie. Il codice genetico di un colore viene così chiamato “genotipo” e i colori visibili all’occhio umano sono il “fenotipo”.


Indietro